Un rigoglioso giardino avvolge l’antica cascina padronale inizio Novecento, completamente ristrutturata, con un antico pozzo oggi inglobato all’interno dell’edificio, che dichiara un passato antico.

Una meta gourmet dove scoprire le influenze rinascimentali della nobile dinastia dei Gonzaga, e le sue secolari tradizioni popolari, talune volte liberamente riproposte in chiave creativa.

Artefice Fabrizio Bicchierai, che dopo aver frequentato l’istituto alberghiero a Desenzano, e la prestigiosa scuola internazionale di cucina Alma a Colorno, fondata da Gualtiero Marchesi, ha scelto nel marzo del 2013, insieme al fratello Alessandro (chef pasticcere), e alla mamma (che si occupa della panificazione), di aprire un locale dove poter dedicarsi con passione alla cucina e all’ospitalità.
Sala & Cucina
Quattro menu all’anno, che seguono la stagionalità.
Tra gli antipasti, l’uovo di Fabergè, con fonduta di pecorino e spinaci, i salumi della zona, come il salame mantovano o la pancetta accoppata.
Tra i primi piatti, il tortello amaro di Castel Goffredo; il raviolo al nero di seppia con gamberi; il tortello verde al basilico, con melanzane e burrata, oltre alla pasta secca, anch’essa fatta in casa.

Ricca la scelta dei secondi, con ingredienti locali, come la carne di manzo di un allevatore locale, frollata 40 giorni, il maialino da latte in cinque diverse cotture, o le proposte di pesce, come la cotoletta di tonno rosso, impanata e fritta; mentre la rassicurante carta dei dessert propone il salame dolce, la torta Sbrisolona, e una rielaborazione del Tiramisù.

La suggestiva cantina interrata, contiene un’ampia scelta di riserve e vini di pronta beva italiani ed esteri, ma è anche il luogo deputato ad accogliere produttori locali e appassionati, per degustazioni e momenti di cultura enoica, ed è il regno di Moreno Benedetti, maitre e sommelier, a cui è affidata la sala.

Dieci confortevoli camere, arredate con il calore del legno, garantiscono un pernottamento nel relax e nella quiete della campagna per chi non intende riprendere la guida.

La Rivista Sala & Cucina e la pagina a noi dedicata